Stampa Digitale 2018-05-29T08:39:00+00:00

STAMPA DIGITALE

Sapphire Evo

Velocità 300 m/min, inchiostri a base acqua food compliance (contatto indiretto), migliore redditività sia sulle tirature brevi sia sui lotti medi e alti, con un equilibrio ideale intorno ai 20mila mq.

Uteco, Kodak e NuovaErreplast  presentano alla stampa l’ibrida flexo-digitale Sapphire Evo, che verrà lanciata ufficialmente dalla Nuovaerreplast ad Ipack Ima – presso Fiera Milano Rho dal 29 maggio al 1° giugno – Padiglione 7 stand C43.

300 metri al minuto, con inchiostri ad acqua

Quando la Sapphire Evo fu presentata alla scorsa drupa 2016 in forma di prototipo allo stand Kodak, la sua velocità fece scalpore: a 600 dpi e su carta raggiunge i 300 m/min che, ovviamente, diminuiscono sui supporti plastici e con risoluzioni maggiori. Dopo la successiva messa a punto, si presenta ora in versione “definitiva” con 4 gruppi colore – preceduti dalla stazione roto di pretrattamento-primerizzazione e seguiti dal gruppo flexo di verniciatura in linea. Con questa configurazione (customizzabile) e il sistema di imaging inkjet a tecnologia Stream della Kodak, la macchina è in grado di stampare ± il 97% della paletta Pantone. Utilizzando inchiostri ad acqua che rispettano tutte le normative europee (svizzera compresa) e statunitensi sul contatto alimentare indiretto. Si tratta di una prerogativa davvero rilevante, non solo perché il food (ma anche il cosmo-pharma ad esempio) chiede sicurezza e salubrità, ma anche perché l’uso di consumabili food compliant permettono di semplificare le confezioni, evitando strati e effetti barriera costosi e difficili da lavorare.

La versatilità che apre molte porte

Sapphire Evo ha una luce di 650 mm (larghezza di stampa 622), lavora un’ampia varietà di supporti a base cellulosica e poliolefinica (metallizzati e accoppiati compresi), e adotta l’efficace sistema Uteco di essiccazione ad aria con il tamburo raffreddato a contatto del substrato per mantenerne la stabilità, evitare arricciamenti e facilitare la stampa wet on wet. Il primo converter in assoluto ad acquistarla è la dinamica e creativa Nuova Erreplast: società campana flexo oriented, che apre al digitale non solo per rispondere alla richiesta di lavori su tirature brevi, ma anche per inaugurare nuove linee di business e aprire a nuovi mercati.